* 산스크리트어로 벼를 브리히라 부른다고 한다. 아마 우리나라 말 벼도 같은 기원이 아닐까?

 

이탈리아 말로 '리조'인 쌀과 벼의 공통어는 우리나라에 역수입된 음식이름 '리조토'를 생각하면 익숙하게 여겨진다.

리조토는 익힌 쌀요리로 이해하면 될 것이다.

이 리조라는 단어는 여러 경로의 유입 가정설이 있지만, 가장 강력한 것은 역시 아랍인들을 통해 들어온 단어로 이해하면 옳을 것이다. 'Eruz, Uruz' -- Riso.

 

쌀의 기원은 지금까지 주로 동남아시아나 인도 지역이 거론되고 있지만, 아프리카계 특히 얼마전 발견된 홍산문화 지역 출토물에서 역사상 가장 오래된 탄화미가 나왔다는 이야기를 들은 것 같다.

그렇다면, 중국의 노력으로 우리가 차지하게될 흥산문화의 기원설이 밝혀진 최고의 것이 될 것이다.

 

쌀은 아무리 밀이 설쳐도, 전세계 인구의 가장 많은 사람들이 즐겨먹는 일상 먹거리이다.

식사를 원하는 자에게 그 쌀이 떨어지지 않기를 .....

있는 자들의 잉여이익 다툼을 제발 '밥그릇 싸움'이라 부르지 않기를.....

 

 

 

 

VIAGGIO NEL CUORE DEL RISO GALLO
Riso
Scritto da Aldo Quinto Lazzari

 In sanscrito lo chiamavano..."Vrihi", e a dire il vero, risulta subito un'assonanza con la dizione attuale, assonanza che si perfeziona, se così si può dire, con il termine adottato nelle lingue iraniche, e cioè "Brizi", per arrivare, nel bacino del Mediterraneo, al greco "Oriza" che i romani, nazionalizzandolo come del resto avevano fatto per i nomi degli dei, hanno fissato nel latino "Oryza".
E Oryza è rimasto anche quando Linneo lo ha inserito nella sua classificazione.
Dal punto di vista della pura curiosità, si potrebbe anche ricordare che questo Oryza latino, nell'india meridionale, veniva chiamato "Arisi" e nell'antica Illiria "Oryz": più complicati gli Arabi che ne sono stati gli autentici divulgatori favorendone la diffusione in quasi tutta l'area mediterranea: parlavano di "Eruz"  oppure di "Uruz".
Vi è dunque un'abbondanza di termini, alcuni legati da una comune radice linguistica con cui, nel corso dei secoli, è stato definito il riso.Il riso (genere Oryza) è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle graminacee ed è, col frumento e il granturco, una delle coltivazioni che costituisce una base fondamentale per l'alimentazione umana.
(A lato, "Il raccolto del Riso" di M. Runia -Foto di Vautier de Nanxe - Museo Puri Lukiosan- Ubud Indonesia)
Come graminacea è imparentato con frumento, orzo, avena, segale, ma da questi tuttavia si differenzia per alcune fondamentali caratteristiche, tra cui l'esclusiva composizione dell'amido. Nel corso dei millenni, ha dato origine a due specie coltivate: l''Oryza sativa di origine asiatica, che è di gran lunga la più importante e di cui parleremo in maniera più estesa e l'Oryza glaberrima di origine africana, la cui coltura è in continuo regresso a favore del riso asiatico.
L'Oryza sativa, col passare degli anni, si è differenziata in tre sottospecie. L'Indica, coltivata in India e caratterizzata da discreta capacità produttiva, maggiore resistenza alle avversità atmosferiche e un chicco lungo, sottile e cristallino. E' la più antica, come dimostrano i reperti ritrovati nella Cina orientale e nell'india settentrionale, risalenti al VI e V millennio a.C.

E' dall'indica che derivano risi famosissimi quali il "Basmati" del Pakistan, caratterizzato da un lieve profumo di sandalo, il "Long Thai" e gli americani "Long Grain" della famiglia dei "Patna".
 La Japonica, adatta alle zone temperate, passata dalla Cina in Giappone, ha chicco corto con amido sovente addensato in perla e, talvolta, glutinoso.

Comprende piante con maggiore produttività, meglio adattabili ai vari ambienti. E' dalla Japonica che, attraverso l'ibridazione, sono derivate tutte le varietà italiane.
La Javanica, diffusa nelle isole dell'Indonesia, caratterizzata da chicco lungo e largo, è la meno importante delle tre. L'Oryza glaberrima, originaria dell'Africa, in particolare della zona compresa tra l'alto corso del fiume Niger e il lago Ciad, dove veniva coltivata nel 1500 a.C., risulta quindi posteriore all'Oryza sativa. Nessuno è mai riuscito a stabilire con precisione le origini del riso, tanto che si è pensato di fissarle nell'antico e scomparso supercontinente Gondwana. Si ritiene però, e questa è un'ipotesi plausibile, che le varietà più precoci, che riuscivano perciò a sopravvivere alle periodiche siccità, siano emerse oltre dodicimila anni fa lungo le pendici meridionali dell'Himalaya.

Reperti archeologici di Oryza sativa dimostrano che nel VI millennio a.C. coesistevano tipi di riso selvatici e domestici tanto nella bassa valle dello Yang Tze quanto nella regione dell'Asia sudorientale compresa tra il fiume Rosso, il golfo del Tonchino, il fiume Mekong, il fiume Menam e il golfo del Siam. Riso allo stato selvatico cresce ancora oggi in tutti questi luoghi. Grani di riso carbonizzato del 1000 a.C. sono stati ritrovati nelle grotte di Hastinapur, nello Stato indiano di Uttar Pradesh.
Testi indiani del 1300 a.C. descrivono accuratamente le fasi del trapianto; altri del 1000 a.C. riportano una classificazione agronomica e alimentare del riso.
Si presume che il riso, attraverso la stanzialità della sua coltivazione, abbia determinato un modo di esistere e di pensare dell'uomo e quindi un modo di esprimersi, una sua forma di civiltà. E così la fantasia orientale si è sbizzarrita in numerose leggende che vedono quasi sempre il riso come un dono delle potenze sovrannaturali non privo di un tocco di poesia.

 Numerose sono le leggende che tentano ingenuamente di chiarire un mistero caricandolo di significati collegati al mito della fecondità, della laboriosità, della felicità, della buona salute.
Batara Guron, meglio conosciuto sotto il nome di Shiva, il dio supremo, creò un giorno una vergine tanto bella da chiamarla Retna Dumilla, cioè gioiello splendente. Se ne innamorò e decise di sposarla, ma la ragazza respingeva con fermezza la sua corte. Shiva sottopose la questione al consiglio degli dei che non solo approvarono le sue intenzioni ma ordinarono la celebrazione del matrimonio. Retna Dumilla, costretta ad accettare, pose tre condizioni, una delle quali prevedeva che il promesso sposo riuscisse a preparare un alimento da consumarsi quotidianamente ma che non le venisse a noia.
Shiva, confidando nei suoi poteri, accettò ma si accorse ben presto di essere stato abilmente giocato perché nessun alimento riusciva a soddisfare la ragazza. Così un giorno, pazzo d'ira e di desiderio Shiva la costrinse alle nozze ma Retna Dumilla ne morì. Sconvolto per l'accaduto, il dio la fece seppellire con tutti gli onori.

Dopo quaranta giorni, appena sceso il sole nello splendore dell'oceano, comparvero dapprima una, poi tante piccole luci sul tumulo e, quando fu giorno, al posto delle luci apparvero delle pianticelle di una specie mai vista prima a cui Shiva diede nome pari (riso) e nelle quali sarebbe sopravvissuta l'anima di Dumilla. I loro semi avrebbero generato quell'alimento che, consumato ogni giorno, non sarebbe mai venuto a noia.
Nelle zone più interne di Giava ancora oggi i dukon pari, cioè i sacerdoti del riso indicano i giorni e le ore più idonei per iniziare le diverse operazioni della coltura e conoscono le preghiere appropriate per l'anima di Dumilla.
Quando il riso è maturo il dukon pari del villaggio, dopo aver fatto il giro delle risaie pregando, stabilisce il giorno della raccolta. In Vietnam si narra che nell'antichità un re, in punto di morte, volle che i figli maggiori si mettessero alla ricerca del piatto più gustoso e più saporito che potessero trovare, onde permettergli di offrire agli antenati, quando si fosse presentato al loro cospetto, una portata degna di un re.
Dopo aver cercato per mari e per monti fino ai paesi più lontani, i figli ritornarono con le loro proposte, ma nessuna di esse soddisfece il vecchio sovrano. Allora il figlio più giovane richiese l'aiuto del suo genio tutelare per tentare a sua volta l'impresa.
Il genio gli consigliò di usare il riso, l'alimento più prezioso della terra, per farne una torta rotonda come il cielo da sovrapporre a un'altra quadrata come la terra ponendo tra i due strati della carne, simbolo dei diecimila esseri umani. La pietanza venne presentata avvolta in una foglia a forma di guaina e permise al giovane principe di conquistare la successione al trono. Prese il nome di banh chung e diventò il piatto nazionale vietnamita.

Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요


* 올해로 44번째를 맞이하는 이탈리아 포도주 박람회 (Vinitaly 2010) 이 며칠 앞으로 다가왔다.
  전세계에서 가장 영향력있는 포도주박람회중의 하나로 이번 행사에는 이탈리아 현직 대통령이 개막테이프를
  자를 예정이다.


Verona, 8 aprile, inaugurazione Vinitaly 2010

A Vinitaly 2010 sarà il Presidente Giorgio Napolitano che taglierà il nastro, l'8...forse il 9 aprile

Pace fatta con il Sindaco Tosi che ha rimesso il ritratto nel suo studio. E ci sarà anche l'asso pigliatutto: il nuovo Doge del Veneto, Luca Zaia

© NEWSFOOD.com - 01/04/2010

Giovedì 1 Aprile 2010
Vinitaly 2010 è la  44esima edizione del salone dei vini e dei distillati.
La più imponente manifestazione che raccoglie i vini ed i distillati di tutto il mondo.
Quest'anno all'inaugurazione ci sarà niente meno che la massima carica della Stato Italiano.
La visita sarà anche un'ottima occasione per un incontro con le istituzioni locali e il mondo economico del Veneto e del Nord-Est.
Dopo la pace fatta, chissà che non si possa concedere anche  una passeggiata nel centro storico e lungo l'adige di Verona.
Ricordiamo che il 18 giugno 2007 il sindaco Tosi aveva tolto dal suo studio il ritratto del Presidente della Repubblica Napolitano, undicesimo presidente della Repubblica, in carica dal 15 maggio 2006.

 
Ci sarà ovviamente anche l'ex Ministro Zaia, ormai è a tutti gli effetti il nuovo Governatore del Veneto.
Il suo slogan "Prima il Veneto" lo ha portato ad una vittoria schiacciante con il 60% dei voti.
Ora i veneti  hanno un cavallo di razza, scalpitante e con tanta voglia di correre.
Di correre e di vincere.
Staremo a vedere.
Di certo non starà con le mani in mano.
Al Ministero dell'Agricoltura ha lasciato la sua impronta indelebile e non sarà certo facile la strada del suo successore.
Una cosa è certa, chi vive dei prodotti della campagna ha bisogno di certezze e tutti noi consumatori abbiamo bisogno che le aziende agricole sopravvivano e continuino a mantenere vivo il tessuto sociale, culturale, economico e tradizionale  delle nostre belle campagne italiane.
E questo con la dignità che ogni uomo libero ha diritto di avere.

L'inaugurazione di Vinitaly del Presidente Napolitano sarà sicuramente di buon auspicio alla Fiera ed a tutto il mondo agricolo.
Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요


* 봄 맛을 즐기는 샐러드 하나..

  새롭게 블로깅을 하려니 역시 사람들이 좋아하는 주제에 대한 고려가 필요한 것 같다.
  그 중에서 가장 내 취향에도 맞는 음식소개는 항상 전하는 마음이 행복하다.

Insalata mista con uova di quaglia e crostini
 매추리알과 비스켓 샐러드






PREPARAZIONE: 준비하는 시간
25 minuti  : 25분
COTTURA: 요리시간
5 minuti  : 5분

IL VINO GIUSTO : 적당한 포도주

Servite con un Pinot bianco del Trentino-Alto Adige. 트렌티노-알토아디제 산 피노 백포도주


INGREDIENTI PER 4 PERSONE : 4인분 식재료

  • • 1 baguette  : 굳은 빵하나.
  • • 16 uova di quaglia  : 16개 매추리 알
  • • 150 g di pomodorini ciliegia  : 150그램 방울토마토
  • • 2 cetrioli piccoli : 2개 작은 오이
  • • 1 mozzarella : 모짜렐라 치즈
  • • 100 g di insalata novella  : 봄 새순 100그램
  • • 1 cucchiaino di origano : 오리가노 한 숟갈
  • • olio extravergine di oliva : 올리브유 엑스트라 버진
  • • aceto di mele : 사과식초
  • • peperoncino in polvere (facoltativo) :고춧가루
  • • sale : 소금
  • • pepe : 후추

PREPARAZIONE

Affettate la baguette, spennellate ogni fetta con olio extravergine di oliva e spolverizzatele con origano. Fatele tostare sotto il grill su entrambi i lati. 
바게트 빵을 가늘게 잘라 올리브유를 바르고 위에 오리가노를 흩뿌린다.
그리고 나서 양면을 노릇하게 구워낸다.

Rassodate le uova di quaglia calcolando 3 minuti dall’ebollizione, toglietele dal fuoco e lasciatele raffreddare sotto acqua fredda corrente; sgusciatele e tagliatele a metà.
매추리알을 3분정도 끓는 물에 익혀서 찬물에 식힌다음 컵질을 벗기고 반으로 자른다.

Lavate i pomodorini e i cetrioli, tagliate i primi a metà e i secondi a rondelle; lavate l’insalatina e sgocciolatela accuratamente; affettate la mozzarella.
방울토마토와 오이를 씻고 먼저 반으로 세로자르기 한 후 둥글게 자른다. 샐러드 그릇을 깨끗이 씻어 물기를 없앤다. 모짜렐라를 얇게 자른다.

Disponete tutti gli ingredienti in un capace piatto da portata, aggiungete le fettine di baguette tostate e condite il tutto con un’emulsione di olio, sale, pepe e aceto di mele.
모든 재료를 먹기좋은 용기에 담고서 구운 바게트 빵 조각과 올리브유, 소금 , 후추, 사과식초를 배합한 소스를 얹는다.

Se lo gradite, potete insaporire con un pizzico di peperoncino in polvere.
Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요


 *  이젠 국내에서도 많이 스파게티를 전문으로 하는 식당들이 들어서 스파게티 요리를 즐길 기회가 많아졌다.
    그 중에서도 가장 우리나라 사람들의 입맛에 부담이 없는 것이 아마 이 스파게티가 아닐까?
    모시조개를 넣은 토마토소스를 기본으로 한 스파게티이다.


    봄 맛으로 이 요리를 해 봄도 괜찮을 듯 하다...
    본 아뻬띠도 ~!!!






Tempo di preparazione: 30 minuti 요리시간 : 30분


Ingredienti  재료

400 gr di spaghetti 스파게티 면
600 gr di vongole veraci  모시조개
300 gr di zucchine  양호박
gr 100 di pomodorini a grappolo 토마토 (중간크기의 잘익은 토마토)
olio di oliva 올리브 유

Procedimento : 요리 과정

Tagliare e tenere la parte esterna delle zucchine, spessa circa mezzo centimetro, scartando la parte centrale; tagliarla quindi a julienne, della lunghezza di 5 centimetri; farle brasare fino a cottura quasi ultimata in una padella su fuoco vivo. Far aprire le vongole veraci, quindi sgusciarle tutte avendo cura di conservare l'acqua di cottura rilasciata dalle stesse vongole. Unire le zucchine, le vongole sgusciate e i pomodorini in un po’ di acqua di cottura delle vongole veraci e far bollire tutto assieme per due minuti in modo che il tutto si insaporisca con l’aggiunta di un po’ di pepe.

쥬키니 호박의 겉면을 5밀리미터 정도로 자르고 속에 흰부분은 없애고나서 센불에 익힌다. 모시조개를 팬에 익혀 입을 벌릴 때까지 조리한다. 이때 국물을 버리지 말것.!!
이제 호박과 껍질이 벌어진 모시조개와 토마토를 2분간 서로 맛이배게 익히면서 모시조개 조리용 국물을 넣는다. 여기에 후추가루를 첨가한다.

In abbondante acqua far cuocere gli spaghetti avendo cura che l’acqua sia un po’ insipida (l'acqua delle vongole, in effetti, è abbastanza saporita). Pelare i pomodorini e tagliarli a cubetti; scolare gli spaghetti, tenendoli al dente, versarli nella padella e 'tirare' il sugo fino a ultimarne la cottura. Se gli spaghetti dovessero risultare troppo asciutti, aggiungere un po' di brodo di vongole. Come tocco finale, un bel cucchiaio di olio d'oliva e una spruzzata di prezzemolo. Volendo, si può aggiungere un po' di aglio all'apertura delle vongole.


충분히 물의 양을 잡고 면을 삶는데 약간 싱겁게 소금간을 한다. ( 왜냐하면 모시조개 국물이 충분히 간이 되어 있기 때문이다.) 그리고 생토마토를 껍질을 벗기고  작은 큐브로 자른다. 
스파게티 면을 건져서 소스에 넣고 비벼 담는다. 마지막으로 충분히 올리브유를 쳐주고, 양미나라 다진 것을 얹인다.

맛있게 드세요..!
Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요


* ㅎㅎㅎ 이탈리아처럼 포도주가 기본 반주로 역사와 전통을 자랑하는 곳에서는 그 흔한 맥주도 어떻게 음식과 함께 먹어야하는지 참 난감한가보다...ㅋㅋㅋ
이탈리아에서 가장 이름있는 맥주 회사인 모레티에서 권하는? 훌륭한 맥주 반주의 정도?를 배워보자..ㅎㅎㅎㅎ



......................

Birra Moretti e la cultura alimentare

Fresca di stampa la carta degli abbinamenti delle birre di Birra Moretti

Ormai da alcuni anni Birra Moretti ha avviato un percorso finalizzato a migliorare la cultura della birra in Italia, proponendone il consumo durante i pasti

© Redazione NEWSFOOD.com - 15/03/2010

Ormai da alcuni anni Birra Moretti ha avviato un percorso finalizzato a migliorare la cultura della birra in Italia, proponendone il consumo durante i pasti, sia come bevanda di accompagnamento alle pietanze sia come vero e proprio ingrediente per realizzarle.
Sulla scia di questo cammino nasce oggi La Carta degli Abbinamenti delle birre di Birra Moretti, un volume di 74 pagine, affidate all'esperta penna di Maurizio Maestrelli, uno dei più competenti giornalisti italiani in materia birraria, per divulgare le regole base per gustare a pieno una birra e per abbinarla correttamente al cibo.

La birra, infatti, si declina al plurale e si distingue per colori e profumi, ingredienti e gradazione alcolica, stile di
produzione e modalità di consumo.
È un dato di fatto: la birra sta aprendo nuovi e interessanti orizzonti alla ristorazione di qualità e, non a caso, sono sempre di più gli chef che la utilizzano in cucina per realizzare piatti capaci di arricchire i menù proposti abitualmente alla propria clientela. E di questo se ne sono accorte anche le guide di settore che da qualche anno a questa parte hanno deciso di valorizzare la presenza delle birre nei ristoranti.

Birra Moretti è l'unico marchio italiano di birra a poter vantare una gamma davvero completa: lager, puro malto, doppio malto, rossa, analcolica e Birra Moretti Grand Cru, una nuova birra speciale ad alta fermentazione, realizzata con ingredienti selezionati di qualità che ne fanno un prodotto perfetto da gustare al ristorante e in ogni occasione  speciale. Le sei specialità Birra Moretti, ognuna delle quali ha caratteristiche organolettiche diverse, permettono abbinamenti con un'ampia varietà di sapori e di ingredienti stimolando così l'estro di chi, per lavoro o per diletto, comanda i fornelli di una cucina.

La Carta degli Abbinaenti delle birre di Birra Moretti è consultabile e scaricabile anche online: www.birramoretti.it

COME SI ABBINA LA BIRRA

La birra a tavola sta benissimo e permette accostamenti nuovi, diversi dal solito e del tutto soddisfacenti. Con questo volume Birra Moretti ha cercato di evidenziare le principali linee guida per orientarsi. Eccone alcune.

• Ogni piatto vuole la sua birra e, in generale, il gusto dolce attenua l'acido, il gusto amaro rende difficile la percezione del salato e il gusto acido attenua l'amaro.

• Diversamente dal vino, con la birra si è soliti seguire la strada dell'affinità, piuttosto che quella del contrasto: a piatti strutturati e succulenti si sposano birre dotate di un buon corpo, discreta gradazione alcolica, intensità di profumi e sapori; con piatti leggeri birre più delicate e poco alcoliche.

• Pasta, riso, pane, ma anche crostacei o frutti di mare e la grassezza tipica di altri ingredienti come certi tipi di formaggio o di salume, richiedono una birra rinfrescante, piacevolmente luppolata e frizzante. Ad esempio: Birra Moretti (la classica) o Birra Moretti Doppio Malto.

• Per la carne rossa, magari alla griglia, le alternative sono due: se è stata cotta rapidamente per lasciarla rosea
all'interno, senza condimenti particolari, le si può avvicinare una birra con una struttura alcolica in grado di
equilibrarne la succulenza e la struttura (ad esempio Birra Moretti Doppio Malto). Qualora sulla carne si usassero erbe aromatiche o salse speziate, la scelta più suggestiva potrebbe essere Birra Moretti Grand Cru.

• Il sapore più delicato delle carni bianche non deve essere sovrastato. L'equilibrio in questo caso va cercato a
una soglia di intensità più bassa, quella magari offerta da Birra Moretti Baffo d'Oro o dall'analcolica Birra Moretti Zero.

• Per il pesce non va dimenticata la delicatezza aromatica delle sue carni, soprattutto nelle preparazioni "in bianco", scegliendo birre leggere e non "invasive": pils e lager (come ad esempio Birra Moretti, la classica).

• Sapore e consistenza sono le caratteristiche che vanno prese in considerazione nell'abbinamento della birra ai formaggi: a quelli freschi e dal sapore delicato va abbinata una birra poco alcolica, frizzante e tendenzialmente secca (lager e pils, ad esempio). Viceversa, formaggi saporiti e stagionati trovano il loro punto di equilibrio con birre dalla gradazione più importante e una maggiore aromaticità come Birra Moretti Grand Cru o Birra Moretti La Rossa.

Birra Moretti nasce nel 1859 a Udine nella "Fabbrica di Birra e Ghiaccio" fondata da Luigi Moretti. Apprezzata da subito in tutto il Friuli, diventa in pochi decenni una birra nazionale. Oggi Birra Moretti, oltre a essere tra le birre più conosciute e consumate in Italia, è esportata in oltre 40 Paesi nel mondo fra cui USA, Gran Bretagna, Canada e Giappone. Birra Moretti è oggi disponibile sul canale Modem Trade e Ho.re.ca. nelle versioni Birra Moretti, Birra Moretti La Rossa, Birra Moretti Doppio Malto, Birra Moretti Baffo d'Oro, Birra Moretti Zero e Birra Moretti Grand Cru
Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요

2009/08/05 20:15 오미자 관련 자료



http://www.naturalnews.com/009229_schizandra_herbs_schisandra.html


Instead of starting off your day with a cup of coffee, try some schizandra berry supplements to wake up your mind. And if you're too stressed at night to sleep, don't stay up watching late night television; take some schizandra berry supplements to calm you down. How can a single item have such apparently contradictory effects? According to thousands of years of traditional Chinese medicine, schizandra is an "adaptogenic" herb.

In 1958, Russian holistic doctor I.I. Brekhman and his colleague I.V. Dardymov coined the term "adaptogenic" to refer to any herb that "usually has a normalizing action irrespective of the direction of the pathological state." In other words, it doesn't matter whether you're too sleepy or too nervous; either way, schizandra will redirect you from an extreme to an ideal, balanced state. Schizandra may also provide additional medicinal benefits.

Around 2,000 years ago, Shen Nong first referred to schizandra as a valuable adaptogenic tonic. Since then, it has remained one of the most popular adaptogenic herbs in China, where it is taken to promote mental function, strengthen the sex organs and beautify the skin, according to Off the Shelf Natural Health by Mark Mayell.

In Herbal Medicine, Healing and Cancer, Donald R. Yance Jr. lists many of schizandra's uses, which include increasing mental and physical exercise capacities, as well as improving adaptability to darkness and other environmental stresses. Yance points out that, unlike caffeine, schizandra stimulates the central nervous system without creating an excitatory effect. Schizandra provides a mental boost without the jitteriness caused by caffeine.

Recent studies suggest that schizandra may offer some additional health benefits. According to Dr. Sheldon Saul Hendler's Vitamin and Mineral Encyclopedia, some research studies demonstrate that substances extracted from schizandra may help treat liver disorders. Other studies show that schizandra extracts may have cortisone-like effects on the immune system. These benefits definitely deserve more research interest, as schizandra may someday provide safer alternatives for traditional pharmaceutical medications.

The Chinese refer to schizandra tonic as the "five-flavored seed" because it tastes sour, bitter, sweet, acrid and salty. However, you don't have to taste its five flavors in order to obtain the benefits of schizandra. Schizandra berry supplements are becoming increasingly available at local stores worldwide and they are already easily purchased on the internet. Viable-herbal.com offers schizandra capsules for $6.62 a bottle, and be sure to browse through your local health food stores and the internet yourself for possibly better deals.

The experts speak on schizandra:

In the Far East, everyone from Chinese emperors to family herbalists has long recognized the remarkable powers of the herb schisandra to promote longevity and increase stamina. Its strengthening effect (see Chapter 4) is combined with system-balancing properties, making it ideal for such conditions as fatigue, nervous exhaustion, and lack of energy. Schisandra is one of the most popular adaptogenic herbs in China, where it is taken to beautify the skin, strengthen the sex organs, and promote mental function. Its use has more recently spread to Russia, Scandinavia, Western Europe, and the United States.
Off The Shelf Natural Health How To Use Herbs And Nutrients To Stay Well By Mark Mayell, page 292 (An adaptogenic herb) must be innocuous and cause minimal disorders in the physiological functions of an organism, it must have a nonspecific action, and it usually has a normalizing action irrespective of the direction of the pathological state. Brekhman, I.I. & Dardymov, I.V. "New substances of plant origin which increase nonspecific resistance," Annual Review of Pharmacology and Toxicology, as quoted in Edward C. Wallace's Adaptogenic Herbs: Nature's Solution to Stress (The Chiropractic Research Organization)

The dried berry of schizandra, like astragalus, bupleurum, ginseng, and ligusticum, is commonly used in traditional Chinese medicine for its adaptogenic properties and as a restorative remedy for immune enhancement. Schizandra is referred to as the five-flavored seed because its taste includes the five tastes of sour, bitter, sweet, acrid, and salty. In Shen Nong's Herbal Classic (written about two thousand years ago) and in the Compendium of Materia Medica (written by L.I. Shizhen in 1596), schizandra was referred to as a valuable tonic— an adaptogen with a diversity of indications for its use. It has a stimulatory effect on the central nervous system without being excitatory and enhances both mental and physical capabilities.
Herbal Medicine Healing Cancer by Donald R Yance Jr, page 108

Substances have been isolated from schizandra which appear to have protective effects against liver toxins in mice. And there are reports that extracts of the herb are beneficial in the treatment of various liver disorders in experimental animals. Immunomodulating substances have also been isolated from the herb, some of which have cortisone-like effects. Schizandra may prove to have some role in modern medicine yet, but it's doubtful that it will be a miraculous one.
Vitamin And Mineral Encyclopedia by Sheldon Saul Hendler MD PhD, page 326

Schizandra is also considered adaptogenic and a tonic, according to a review of its traditional use as well as a review of the scientific studies that demonstrate its ability to increase work capacity, exercise capacity, mental capacity, and adaptability to darkness and other environmental stresses in both animal and human studies.
Herbal Medicine Healing Cancer by Donald R Yance Jr, page 109

The formula contains schisandra, zizyphus, cistanche, and juglans, used to enhance energy; tang kuei and lycium, which nourish blood; acornus, to improve circulation; arisaema, to resolve phlegm; and gastrodia and succinum to calm anxiety, seizures, forgetfulness, and insomnia. In addition, the formula contains "dragon tooth," a calcium source, along with biota seed and polygala root acting as nourishing sedatives. It is interesting to note in this formula that both anxiety and forgetful-ness are treated with blood- and energy-building herbs. This proves again that having adequate yin and yang normalizes physical and mental processes.
Asian Health Secrets by Letha Hadady DAc, page 452

Schizandra berries (for stimulation) with Senega, Cayenne, Gotu Kola, and Fo Ti Tieng in teas (helps energize and preserve the brain and body, noted for making geniuses, rids retardation).
Anti-Aging Manual by Joseph B Marion, page 9

There are many herbs that are reputed to influence mental function. A partial list includes (bacopa monniera), cordyceps, gotu kola, rosemary, maca, Fo-ti, reishi, and schisandra. Then there are foodlike supplements such as spirulina, blue-green algae, and royal jelly. The research with many of these supplements is very limited. I am certain that some of them do have an effect since I have personally noticed increased alertness and energy levels when I've taken royal jelly, maca, and gotu kola.
Mind Boosters by Dr Ray Sahelia MD, page 187

Panax ginseng, and Siberian ginseng. brain Power Plus also contains red-date extract, which is used in traditional Chinese medicine to enhance the activity of ginseng; schizandra, a powerful antioxidant that assists with mental clarity and increases your body's level of the detoxifying enzyme glutathione; and the traditional Indian "brain tonic" gotu kolu, which is used in Ayurvedic medicine to improve mental agility and reduce anxiety and depression. See the "Guide to Sources and Availability" on page 151 for the source of brain Power Plus.
Underground Cures by Health Sciences Institute, page 153

The combination of ginseng root and schisandra berries reportedly improves memory (reported in Huang, 1999).
The One Earth Herbal Sourcebook by Alan Keith Tillotson, page 198

Articles Related to This Article:

Chinese Medicine: The Powerful Tonic Wu Wei Zi or “Five Taste Fruit”

The Side-Effect Challenge: Whole Plant Medicines Vs. Drug Counterparts

Studies show reishi mushrooms benefit people stricken with a variety of ailments, from high blood pressure to AIDS


Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요


이미 중국은 국가적으로 준비해 오미자에 대한 작목과 배급망을 세계적으로 펼쳐나가고 있는 것 같다.
우리가 국내 시장의 작은 눈에 매몰되어 있는 동안 중국은 우리의 인삼과 같이 오미자를 만들어가려는
시도를 펼치고 있는 것이다.

이 프로그램을 보라~~!

우리나라 어느 프로그램보다 더 확실한 과학적 자료를 바탕으로 확실한 내용을 보여주고 있다.
우리가 나아가야할 길을 중국이 먼저 걸어가고 있다는 생각은 결코 잘못된 예감이 아닐 것 같다.





Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요

  1. 익명 2009.07.29 00:39  댓글주소  수정/삭제  댓글쓰기

    비밀댓글입니다

    • Ginani 2009.08.01 22:25 신고  댓글주소  수정/삭제

      중국은 현재 물량공세가 아니라, 실제 우리 것보다 더 좋은 환경에서 친환경 제품을 대량 생산한 후 그것을 국제 시장에서 어떻게 효과적으로 판매할 것인가를 고민하는 수준으로 얼마전부터 우리나라 농업생산품 마케팅 수준을 너머서 있습니다. 그리고 그들의 친환경 제품은 국내 제품보다 단가도 더 비쌉니다. 제가 확인한 결과입니다.

      우리는 이런 상황에서 더더욱 분발해서, 힘을 합쳐 오미자 산업에 대한 미래를 생각해야 한다고 생각합니다.

  2. 알 수 없는 사용자 2009.08.04 10:05  댓글주소  수정/삭제  댓글쓰기

    정말 좋은 자료 감사합니다. 제가 찾던 자료입니다.
    오미자에 대하여 중국이 이렇게 앞서 나가고 있다니...^&^
    좋은 나날 보내십시요.

    • Ginani 2009.08.05 19:59 신고  댓글주소  수정/삭제

      제가 올린 글이 우리아빠님에게 도움이 되었다는 게 저는 너무나 기쁩니다.

      관심을 가지신 분들이 많이 많이 생겨서, 좀더 체계적이며, 장기적인 대책마련에 들어가야 할 것입니다.

      수고하세요.


이젠 ,, 우유도 거품나는 음료로 마실 수 있게 될 것같다.
세계적인 음료회사인 코카콜라사는 현재 미국의 주요도시인 뉴욕, 로스앤젤레스, 샌프란시스코 등지에서 유지방 제거 우유에 발포성 물, 사탕무우 설탕, 과일 향을 첨가한 음료를 판매시험중에 있다고 밝혔다.

이 음료의 이름은 '비오'인데 유럽시장 진출여부는 미국 소비자들의 반응에 따라 결정될 것으로 보인다.
가격은 현재 237ml 병당 2달러 50센트로 네 종류의 첨가 과일향이 들어갔다.


.............

Anche il latte diventa frizzante: si chiama Vio ed è il nipote della Coca Cola

 Commenti     Invia     Stampa   
NEW YORK (27 luglio) - Arriva il latte frizzante targato Coca Cola. Il gigante delle bevande sta testando a New York, Los Angeles e San Francisco un nuovo soft drink a base di latte scremato, acqua frizzante, zucchero di canna e aroma di frutta.

Si chiama Vio, e il suo lancio in Europa dipenderà da come verrà accolto dai consumatori americani, che lo stanno assaggiando nella fase di lancio in corso in questi giorni a un prezzo di 2 dollari e cinquanta centesima a bottiglietta. Il latte frizzante è aromatizzato in quattro gusti: citrus burst, al limone, peach mango, al mango e pesca, tropical colada, con ananas e cocco, e veryberry, ai frutti di bosco.

«Un sapore delizioso, unico e delicato», assicura la multinazionale di Atlanta. Il nuovo prodotto fa parte del progetto di Coca Cola Pro Life, destinato a sviluppare nuovi prodotti a base di latte.

Vio si presenta in eleganti bottigliette da 237 millilitri d'alluminio satinato bianco, con bollicine differenti a seconda del gusto: verde per limone, arancio per mango e pesca, blu per tropical colada, rosa per il veryberry. Ogni flacone contiene il 7 per cento di latte, 26 grammi di zucchero (in linea con altri drink prodotti dal colosso di Atlanta), per 120 calorie e 1,5 grammi: niente conservanti, sapori o dolcificanti artificiali. Il sito BevNET.com, specializzato in bevande non alcoliche, ha già recensito e dato i voti a tutta la linea di Vio.

Secondo i suoi assaggiatori, la versione citrus burst - «dove il dolce arriva solo quando si è consumata quasi tutta la bottiglia» - è un perfetto connubio tra la freschezza delle bollicine e del limone e il corpo cremoso del latte; quella alla pina colada «sa troppo di cocco»; quella ai frutti di bosco «sembra una caramella», mentre l'avvolgente pesca e mango assomiglia per BevNET al lassì, una bevanda indiana a base di yoghurt: eccessivamente dolce fin dai primi sorsi. Molto popolari in Asia, le bevande a base di latte addizionato con anidride carbonica sono un'assoluta novità in Stati Uniti ed Europa anche se latte e Pepsi (la rivale della Coca Cola) erano la bibita preferita di Laverne nella popolare serie tv anni '70 Laverne&Shirley.
Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요


Schisandra

Nome Volgare
  Schisandra

Nome Botanico
  Schisandra chinensis
  Dettaglio

Famiglia delle Schisandracee Il nome significa "seme dei cinque aromi" E' una pianta rampicante legnosa, i frutti sono delle bacche che quando maturano sono di colore rosso. E' originaria della Cina settentrionale, nord orientale e delle regioni confinanti con la Russia e la Corea. I tipi di Schisandra sono la Sshisandra chinensin settentrionale , e la Schisandra sphenanthera, meridionale. Parti utilizzate: frutto ( maturo ed essìccato al sole, dal sapore prima agro, poi dolce, poi salato), i semi, ( che devono essere frantumati prima della estrazione) che sono o uno o due, anche loro sia dal sapore agro, che dolce e salato.


Componenti attivi principali
  OLIO ESSENZIALE, volatile, composto di citrale sesquicarere, acido citrico, acido malico, acido tartarico in modiche quantità, monosaccaridi, resina, pectina, ricca di vitamina A, C, E, fosfolipidi, steroli, tannini. i SEMI, contengono per il 19% lignami (nella Sphenanthera il 10%) il FRUTTO contiene essenzialmente OLIO ESSENZIALE

Attività e impiego
  Utile nella debolezza, l'esaurimento fisico e l'astenia, lo stress. E' soprattutto un buon adattogeno (va dove c'è necessità) in Cina si impiega per rafforzare la sessualità sia maschile che femminile (sembra aiuti la secrezione dei liquidi sessuali), normalizza la pressione, senza alterare quella normale o alta,dona una buona resistenza agli agenti e alle infezioni virali. Per la presenza della vitamina A ed E migliora l'aspetto della pelle. I lignami prevengono il danneggiamento del fegato, ne stimolano il recupero e regola il rilascio degli acidi gastrici, stimola il sistema nervoso centrale, aumenta i riflessi, aiuta nella depressione, utile nel mal di testa, nella nevrastenia, nell'insonnia, nelle palpitazioni, aumenta le capacità cognitive e la memoria, è un antibatterico, lieve stimolante, anticonvulsivante ( consulatre il medico curante), è antitossico e cardiotonico, Si consiglia nella tosse secca e nell'asma, nelle sudorazioni notturne, è considerata come afrodisiaco perchè incrementa la resistenza maschile e la libido femminile. In Russia si impiega nei problemi di vista, previene l'affaticamento visivo, aumenta l'acutezza visiva, migliora l'astigmatismo e la miopia. Si impiga nella ipoxia ( malattia delle grandi altitudini) ATTIVITA' Schisandra pianta adattogena con attività simile a quella del Ginseng siberiano, anche se ad effetto più debole, stimola il sistema nervoso centrale, migliora la capacità di rendimento ed i riflessi, stimola il cuore, è un vasodilatatore, normalizzante la pressione sanguigna specie nelle insufficienze respiratorie, alza le difese immunitarie, ha proprietà antiossidanti, antitussive, antibatteriche, espettoranti. Il FRUTTO della Schisandra ha la proprietà di proteggere il fegato dalle tossine ( sembra sia utile nelle forme di epatite cronica, sembra che queste proprietà siano dovute alla presenza dei lignami). In Cina si impiega la Schisandra (schizandrina C) per trattare le epatiti virali. I preparati erboristici a base di Schisandra, ottenuti con estratti, e la polvere fresca si impiegano come adattogeni, per i loro effetti antiossidanti e per aumentare l'energia. Il FRUTTO, nella medicina Cinese si impiega come astringente polmonare, come tonico maschile e come tonico dei reni. Si utilizza per trattare la tosse, l'asma, l'insonnia, lo stress, la diarrea cronica, i sudori notturni e spontanei, la ieaculazione involontaria, la sete, l'impotenza, l'esaurimento fisico e la eccessiva diuresi. i RAMI e le RADICI si impiegano in Cina per trattare problematiche articolari, reumatismi e traumi CONTROINDICAZIONI possibili effetti sebbene rari, possono essere disturbi di stomaco, diminuzione dell'appetito, orticaria, potrebbe occasionalmente provocare bruciore gastrico, acidità gastrica. Cautela in chi soffre di esofagite da reflusso, o in presenza di ulcera peptica, in chi soffre di epilessia, di pressione alta e di ipertensione endocranica. Possibili INTERAZIONI anche se non ci sono studi in merito con la biodisponibilità dei farmaci se assunti contemporaneamente alla Schisandra, in quanto la S. induce l'attività degli enzimi metabolizzanti epatici. Cautela in gravidanza e allattamento ( non assumere se non dietro consiglio del proprio medico curante) Non va usata in gravidanza eccetto che per promuovere le contrazioni uterine al momento del parto.


Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요


이탈리아에서도 먹는 것 가지고 장난치는 인간이하의 인간들이 있다.
이번에는 모짜렐라에 다이옥신이 나온 것이 아니라 아예 우유가 재료가 아닌 모짜렐라가 무려 4.5톤이나 유통된 것이다.
그러나 우리나라에서 먹는 것 가지고 장난치는 놈들에 대한 대책보다 더 나은게 하나 있는데, 이 제품을 산 모든 구매자들은 보상을 받을 것이다.
다른 것은 몰라도, 먹는 것 가지고 장난치는 놈들은 형량이나, 벌금액을 많이 많이 때려야 할 것이다.


Cronaca nazionale: ora i consumatori siano risarciti

Mozzarelle sofisticate: maxisequestro al nord

Ennesimo scandalo alimentare che danneggia il Made in Italy

© CODACONS.it - 22/06/2009

Vasta operazione dei Carabinieri dei Nas che ha portato al sequestro di circa 4 tonnellate e mezzo di mozzarelle, prodotte da un'azienda casearia di Crema e distribuite per il consumo in tutto il Nord Italia. Si tratta dell'ennesimo scandalo che danneggia il made in Italy e che vede coinvolto uno dei prodotti di punta del nostro settore agroalimentare.

Dopo le mozzarelle alla diossina è ora la volta delle mozzarelle senza latte. Il Codacons plaude all'indagine della Procura di Crema, ma ora chiede che siano resi noti il nome dell'azienda e dei suoi clienti, per consentire al consumatore che inconsapevolmente ha mangiato queste sostanze alimentari non genuine e sofisticate di poter chiedere un risarcimento del danno.

Ci domandiamo quanti italiani abbiano mangiato pizza con finta mozzarella e quanti si siano arricchiti acquistando questo alimento a prezzi bassi, considerato che in un solo sequestro i Nas hanno sottratto alla rete distributiva un valore di prodotto pari a 45.000 euro
Posted by Ginani

댓글을 달아 주세요